Scacchi Spagnoli contro Incas in alabastro e resina dipinti a mano

Scacchi Spagnoli contro Incas in alabastro e resina dipinti a mano

32 scacchi in alabastro e resina lavorati e dipinti a mano che raffigurano gli Spagnoli alla conquista dell’Impero Inca. Altezza Re cm 11,5 diametro base cm 4.

189,50 €
Tasse incluse
  • Le immagini del prodotto possono differire per alcune piccole caratteristiche in quanto i prodotti sono tutti realizzati artigianalmente (colori, dimensioni, particolari). Questo può comportare una differenza nella misura finale, con una tolleranza del 10% rispetto alla misura indicata. Le immagini del prodotto possono differire per alcune piccole caratteristiche in quanto i prodotti sono tutti realizzati artigianalmente (colori, dimensioni, particolari). Questo può comportare una differenza nella misura finale, con una tolleranza del 10% rispetto alla misura indicata.

Scacchi in alabastro e resina lavorati e dipinti a mano artigianalmente in Toscana.

Questa raffigurazione storica rappresenta il popolo spagnolo alla conquista del Sudamerica, in particolare il generale Francisco Pizarro, fondatore dell’attuale città di Lima dell’odierno Perù, che conquistò l’Impero Inca.

Con la caratterizzazione di questo gioco lo scultore si è davvero sbizzarrito.

Ha raffigurato il Re Inca Atahualpa nelle sue vesti più sontuose, come si presentò al cospetto del generale Pizarro, cosi come riporta sapere.it: “l’apparizione dell’Inca suscita negli Spagnoli un misto di stupore e di terrore: Atahualpa, il figlio del Sole, si presenta nelle sue vesti piú belle avvolto in un mantello di vigogna, cinto della corona dalla frangia rossa intessuta di scaglie d’oro e di piumaggi tra i piú rari. Il suo pettorale d’oro brilla al sole e nelle mani regge il segno del potere: uno scettro a forma di ascia dall’asta lunghissima”.

Nella torre si riconosce l’architettura tipica del popolo Inca. Il generale Pizarro del popolo spagnolo conquistatore, il Re, ha lo scettro del generale e le vesti, l’alfiere ed i pedoni sono caratterizzati dall’elmo dei conquistadores, e la torre è stata rappresentata come una delle due torri della chiesa di San Francisco a Cajamarca, costruita a seguito della conquista spagnola in segno di vittoria.

Curiosi anche i cavalli delle due fazioni: raffigurati con animali “tipici” della zona della popolazione spagnola e inca.

Si possono notare anche le basi di ognuno dei 32 scacchi, sono arricchite con motivi che ricordano le due popolazioni.

VS-N-HI-incas-11
1 Articolo
Scheda tecnica
Materiale
Alabastro e resina dipinto a mano
Peso
5.00 kg

Nessuna recensione per il momento.


Aggiungi recensione

Spesso acquistato insieme a